Notizie da Reggio Calabria

Gli esperti, ‘evidenze chiare per bimekizumab in artrite psoriasica attiva’

0



“I risultati degli studi Be Optimal e Be Complete offrono evidenze chiare a sostegno del potenziale di bimekizumab, un duplice inibitore della Il-17A e Il-17F, nel trattamento dell’artrite psoriasica attiva. Questa malattia dolorosa e cronica può avere un grande impatto sulla vita dei pazienti. Il raggiungimento di un’attività di malattia minima è un obiettivo importante del trattamento, che in definitiva migliora la qualità della vita per le persone affette da artrite psoriasica”. Così Joseph F. Merola, associate professor, Harvard medical school and Brigham and Women’s hospital, Boston (Usa), commentando i dati dei due studi presentati al Congresso europeo di reumatologia, Eular 2022 (Copenaghen, 1-4 giugno 2022).

Come spiega in una nota la farmaceutica Ucb, che produce il farmaco biologico, i dati dettagliati riguardano 2 studi di Fase 3 che hanno valutato l’efficacia e la sicurezza di bimekizumab rispetto al placebo nel trattamento di adulti affetti da artrite psoriasica attiva che erano naïve, cioè non avevano mai utilizzato il farmaco antireumatico biologico modificante la malattia – bDmard (Be Optimal) – e di adulti con risposta inadeguata o intolleranza agli inibitori del fattore di necrosi tumorale – anti-Tnf-alfa (Be Complete). La sicurezza e l’efficacia di bimekizumab nell’artrite psoriasica non erano ancora state confermate e il farmaco non è attualmente approvato per l’uso nell’artrite psoriasica dalle autorità regolatorie del farmaco.

Entrambi gli studi – scrive Ucb – hanno raggiunto l’endpoint primario – ovvero un miglioramento di almeno il 50% rispetto al basale dei criteri di risposta dell’American college of rheumatology (Acr50) – rispetto al placebo alla settimana 16 e tutti gli endpoint secondari classificati rispetto al placebo con significatività statistica. Alla settimana 16, i pazienti trattati con bimekizumab hanno ottenuto miglioramenti clinicamente rilevanti rispetto al placebo a…



Fonte www.adnkronos.com 2022-07-08 17:08:30

Leave A Reply