Notizie da Reggio Calabria

Medici ex specializzandi, Consulcesi: “Da Corte Giustizia Ue storica sentenza”

0



Storica sentenza della Corte di Giustizia europea sulla vicenda dei medici ex specializzandi. Secondo Consulcesi, la sentenza “riconoscendo appieno il principio giuridico da sempre sostenuto dal nostro pool di risolve la controversia giurisprudenziale determinatasi dinanzi alla Corte di Cassazione, i giudici di Strasburgo hanno confermato il diritto all’adeguata remunerazione ai medici iscritti prima del 1982 al corso di specializzazione e al conseguente rimborso per risarcimento danni”.

“La sentenza in oggetto crea, dunque, i presupposti giuridici per un nuovo orientamento delle corti nazionali chiamate a pronunciarsi nelle cause causate dalla mancata attuazione delle direttive Ue in materia da parte dello Stato italiano – osserva Consulcesi – Come si ricorderà sono centinaia di migliaia i medici che si sono specializzati tra il 1978 ed il 2006 senza l’adeguata remunerazione e, proprio grazie al lavoro dei legali di Consulcesi, in loro favore sono stati già riconosciuti oltre 600 milioni di euro con la spesa per le casse pubbliche ora destinata a lievitare fino a diversi miliardi di euro”.

“La Corte Europea – commenta l’avvocato Marco Tortorella, specialista del contenzioso – ha confermato l’orientamento da noi sempre sostenuto e che, peraltro, era già stato preferito dalle Sezioni Unite e dalla Commissione Europea: anche gli iscritti prima del 1982 hanno diritto alla adeguata remunerazione e, quindi, al risarcimento dei danni, ovviamente solo in riferimento agli anni di frequenza a partire dal 1983”. L’avvocato pone poi in evidenza un concetto fondamentale sulla vicenda degli ex specializzandi: “Questa pronuncia varrà ovviamente anche in tutti gli altri giudizi nei quali si tratta delle questioni relative agli iscritti prima del 1982”.

Riguardo il tema della rivalutazione e degli interessi, va ricordata la presa di posizione della Commissione Europea che nelle memorie aveva anche affermato che il diritto al…



Fonte www.adnkronos.com 2022-03-07 12:20:39

Leave A Reply