Notizie da Reggio Calabria

Reggio, otto pannelli e un solo valore: Giustizia

0


Sulle note della “Cavalleria Rusticana”, passaggio suggestivo dalla passione al martirio, l’idea diventa progetto e si materializza in un istante. Tanto è bastato a Tommasina Cotroneo, presidente della sezione Gip-Gup del Tribunale di Reggio, con il supporto e la condivisione della presidente dello stesso Tribunale Maria Grazia Arena, per dare vita ad una bellissima iniziativa: il “Percorso iconico permanente per la giustizia e la liberazione dalle mafie”, che è stato inaugurato ieri nella stessa sezione, alla presenza tra gli altri dei procuratori aggiunti Gaetano Paci e Giuseppe Lombardo.
Otto pannelli richiamano le storie di chi ha pagato con il sangue ed a prezzo altissimo il proprio percorso verso la Giustizia; veri e propri eroi delle istituzioni, con i volti dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che “inneggiano” nell’aula che ospita la presentazione della mostra, insieme con le loro massime divenute storia e stimolo a non abbassare la guardia di fronte alle tante salite e paure che la vita ci mette di fronte. Ed ancora, donne-coraggio come Lea Garofalo e Rita Atria, quest’ultima divenuta confidente di Borsellino e arrivata a togliersi la vita il 26 luglio 1992, dopo la morte del magistrato, priva ormai del suo punto di riferimento. Il tutto racchiuso in un’operazione culturale e di stimolo orgogliosamente fatta in casa, con protagonisti i magistrati ed il personale amministrativo della sezione, che si cimentano anche in intermezzi artistici apprezzati; la lirica “Badesse della mafia”, scritta da Tommasina Cotroneo e le recitazioni del magistrato Giuseppina Laura Candito e di Pasquale Idotta; Jessica Marino e Domenico Nicolò, addetti all’ufficio per il processo (la conclusione è stata invece della scrittrice Tiziana Calabrò).

Leggi l’articolo completo sull’edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Reggio

© Riproduzione riservata



Fonte reggio.gazzettadelsud.it 2022-03-05 02:30:17

Leave A Reply