Notizie da Reggio Calabria

Anno nuovo, mare “vecchio”: ecco il report di Reggio

0


Stessa spiaggia, stesso mare, forse non lo stesso lido: Reggio riparte con mille incognite in vista della stagione balneare. E quest’anno, alle note problematiche d’inquinamento specie all’altezza del Lido comunale, si aggiungono anche incertezze (e polemiche) sulle concessioni demaniali per gli stabilimenti. La Regione ha già pubblicato il decreto con la classificazione delle acque di balneazione sulla base dei rilevamenti dell’Arpacal. Complessivamente, su 617 km di coste calabresi, le acque sono risultate “eccellenti” in 590, “buone” in 47, “sufficienti” in 15, “scarse” in 17. Nella provincia di Reggio, sono 12 i km (6,48% del totale) nei quali scatterà il divieto di balneazione, 5 (2,72%) invece i km classificati come “sufficienti”, 11 (6,36%) quelli con il bollino di “buono” e 157 (84,44%) gli “eccellenti”. In provincia, “scarsi” sono bollati Brancaleone pontile (1.668 metri), Gioia Tauro pontile (651 metri), Gioia Tauro Petrace (867 metri), Montebello Ionico Musa S. Elia (1.757), San Ferdinando delta Mesima (369 metri) e Nicotera Mesima (560 metri). Ovviamente il provvedimento del dipartimento regionale Territorio e Tutela dell’ambiente dispone che le acque di balneazione classificate “scarse” debbano «essere, ai fini della tutela della salute pubblica, gestite e trattate in modo tale da assicurare l’osservanza delle prescrizioni»; cioè, a cura dei Comuni, dev’essere vietata la balneazione. Solita nota dolente è il centro di Reggio con tre tratti ormai storicamente non balneabili: Lido comunale pontile N (544 metri), Lido comunale pontile S (179 metri) e Circolo nautico (1.371 metri). Erano passati già l’anno scorso da “scarso” a “sufficiente” i tratti Lido comunale Villa Zerbi (537 metri) e Circolo velico (1.229 metri) ed erano tornati balneabilii anche Gallico Lido Mimmo e Pentimele. Restano “scarsi” ancora a livello comunale i tratti Catona – Bar Reitano (905 metri), Gallico…



Fonte reggio.gazzettadelsud.it 2022-02-20 02:30:14

Leave A Reply