Notizie da Reggio Calabria

Decreto Milleproroghe, Occhiuto chiarisce: “200 nuove assunzioni, no al precariato”

0


«Sono riuscito a ottenere una riformulazione degli emendamenti di Cannizzaro, che oggi prevede la possibilità di stabilizzare gradualmente i precari calabresi e di assumere a tempo indeterminato, e non solo per la sanità ma per tutti i Dipartimenti della Regione ogni anno».

Lo afferma il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, in un video sui social nel quale illustra i termini degli emendamenti al Decreto Milleproroghe per la Calabria approvati ieri in Commissione Bilancio della Camera. Il governatore interviene – come dice nel video – per fare «un po’ di chiarezza, quindi ricostruisce la tempistica della giornata di ieri. «In Commissione Bilancio alla Camera – ricorda Occhiuto – si approvava il Decreto Milleproroghe. Con l’onorevole Cannizzaro avevamo scritto degli emendamenti, che lui ha presentato. Lo ringrazio molto perché è riuscito a farli approvare e io ho acquisito il parere favorevole del governo su questi emendamenti. I due emendamenti riguardavano uno la stabilizzazione graduale dei precari calabresi, l’altra la possibilità di assumere a tempo indeterminato, soprattutto in sanità, con 11 milioni a carico del bilancio regionale. E’ successo poi che, prima dell’approvazione definitiva del provvedimento in Commissione, la Ragioneria ha modificato gli emendamenti e ha stabilito che le assunzioni per 11 milioni dovessero essere soltanto a tempo determinato. La cosa mi ha un po’ infastidito, ho spiegato al governo che io non avevo alcuna intenzione di mettere 11 milioni del bilancio della Regione per fare precari, perché il mio governo regionale non vuole fare precari ma vuole stabilizzare i precari e assumere altri giovani e a tempo indeterminato».

«E allora – sostiene il presidente della Regione Calabria – sono riuscito a ottenere una riformulazione degli emendamenti di Cannizzaro, che oggi prevede la possibilità di stabilizzare gradualmente i precari calabresi e di assumere a tempo…



Fonte calabria.gazzettadelsud.it 2022-02-19 12:43:10

Leave A Reply