google-site-verification=uWutfzsCgrF3zYaX49GJ0owdoHNdy74RYNoxhQ8ubZc
Notizie da Reggio Calabria

A Firenze la quotidianità semplice dell’artista catanzarese Duro – Notizie

0


L’artista catanzarese Giovanni
Duro espone a Firenze negli spazi della Galleria San Gallo
sull’omonima via nel cuore della città del Giglio. La personale,
a disposizione dei visitatori dal vernissage in programma domani
fino al 21 luglio, s’intitola “Tempo presente” ed è curata dalla
critica d’arte Loredana Barillaro.

   
Giovanni Duro, da anni trapiantato a Taverna, è tra i
maggiori animatori delle attività di valorizzazione del
patrimonio artistico della città natale di Mattia e Gregorio
Preti. La sua pittura si presenta “ricca di particolari vivaci e
accattivanti, occupa il salone centrale della galleria e
rappresenta – secondo gli organizzatori – un ulteriore momento
di ricerca della programmazione espositiva della struttura
confermandone la vocazione ad una proposta plurale e
all’accoglimento di stili e maniere differenti”.

   
Per Loredana Barillaro che ha curato l’allestimento quella
che compare nei dipinti dell’artista “è una quotidianità
semplice. E’ quella semplicità che ci manca, che non sappiamo di
avere, che pensiamo di non volere o che qualcosa ci spinge a non
considerare. Le tele in mostra sono intrise di una bellezza
antitetica, rara, poiché spesso condizionata da canoni a cui ci
siamo dovuti adeguare per essere ‘al passo con i tempi'”.

   
Creazioni “cariche di entusiasmo, un entusiasmo che l’artista
non ha paura di mostrare, di esprimere scegliendo cromie non
sempre rintracciabili in quanto ci circonda. Vasi di fiori,
tazzine da caffè, frutta, interni, libri e oggetti personali, è
la realtà così com’è, così come l’artista la coglie; egli vi
assegna colori, linee, parole per redigere la trama di un
racconto intimo, ma che qui si espone allo sguardo altrui,
trasformandosi in un’ambientazione comune. Che sia la maniglia
di una porta, un frutto stranamente blu, il cartone di una
pizza, tutto è degno di essere trattenuto e mostrato sulla
tela”.

   
La curatrice sottolinea inoltre la scelta di “una componente
‘pop’ nettamente suggerita dall’uso di colori irriverenti,
capaci di trasformare e accendere gli oggetti più comuni creando
un’atmosfera briosa e dai toni ottimistici”.

   
Giovanni Duro in definitiva appartiene a quella categoria di
artisti che ama dipingere la quotidianità, l’immediatezza di cui
sono fatte le vite di tutti.

   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA



Fonte www.ansa.it 2024-07-03 11:09:37

Leave A Reply