Notizie da Reggio Calabria

Melanoma e tumori del rene e del polmone, ok Aifa a duplice immunoterapia

0



L’Agenzia italiana del farmaco Aifa ha approvato la rimborsabilità della combinazione nivolumab-ipilimumab nel melanoma e nei tumori del rene e del polmone. In particolare, il via libera dell’ente regolatorio al mix di immunoterapico riguarda il trattamento in prima linea del melanoma avanzato, del carcinoma a cellule renali avanzato a rischio intermedio/sfavorevole e, in associazione con due cicli di chemioterapia a base di platino, del tumore del polmone non a piccole cellule metastatico senza mutazione dei geni Egfr e Alk. L’Aifa ha inoltre ha autorizzato la monoterapia con nivolumab in seconda linea nel tumore dell’esofago. Gli esperti concordano: “Siamo di fronte a cambiamenti sostanziali della pratica clinica quotidiana“, presentata oggi nel corso di una conferenza stampa virtuale promossa da Bristol Myers Squibb (Bms).

La combinazione di nivolumab e ipilimumab consente di ottenere un meccanismo d’azione completo e sinergico, perché diretto verso due diverse proteine che inibiscono l’attivazione del sistema immunitario (Pd-1 e Ctla-4) – spiega Paolo Marchetti, ordinario di oncologia all’università La Sapienza di Roma e presidente della Fondazione per la Medicina personalizzata – Grazie alla duplice immunoterapia, diventa concreta la possibilità di cronicizzare molte forme di tumore metastatico”, sottolinea lo specialista.

I benefici offerti dalla combinazione delle due molecole – precisa – immunoncologiche sono costituiti da risposte più veloci e durature e dalla sopravvivenza a lungo termine, come evidenziato anche nella metanalisi, coordinata dalla Sapienza e pubblicata sul ‘Journal of Translational Medicine’, che ha considerato 7 studi condotti fra il 2010 e il 2020 su più di 2.420 pazienti colpiti da melanoma, tumore del polmone a piccole cellule e non a piccole cellule, della vescica, gastrico, sarcoma, mesotelioma. La combinazione di nivolumab…



Fonte www.adnkronos.com 2022-01-27 15:04:19

Leave A Reply