[VIDEO] A Cosoleto concreta iniziativa di integrazione con gli Sprar di Reggio Calabria

 

Interessante iniziativa organizzata dal Comune di Cosoleto, nel contesto dei progetti SPRAR della Città Metropolitana di Reggio Calabria. L’ente sta infatti gestendo il progetto SPRAR (cod. 872/2017), fornendo assistenza e aiuto a sette famiglie di immigrati con relativa prole. Attraverso l’ente attuatore – associazione Nuove Idee (Presidente Antonio Diano) – il Comune è riuscito a creare sette posti di lavoro in aziende del territorio ed a creare quell’armonia necessaria per una corretta convivenza tra diverse etnie. Ogni mattina gli immigrati si recano a lavorare con piena soddisfazione sia personale che delle aziende stesse che li ospitano. Su autorizzazione del Servizio Centrale del Ministero dell’Interno il 29 ottobre la piazza del Comune di Cosoleto è diventata punto di incontro di tutti gli SPRAR del territorio reggino. La manifestazione denominata: “PER UN FUTURO MIGLIORE…… Viviamo insieme”, si è tenuta attraverso una competizione culinaria tra gli immigrati ospiti delle varie strutture i quali hanno cucinato piatti tipici del loro Paese. Hanno aderito le Strutture di Calanna, Bagaladi, Melicuccà, Oppido Mamertina, Drosi, Caritas Diocesana di Oppido/Palmi. Una commissione, composta tra l’altro anche dallo chef di fama internazionale – Filippo Cogliandro – che ha dato il suo ok sin da subito all’iniziativa, ha valutato i singoli piatti ed ha assegnato il relativo punteggio. Successivamente tutti i piatti preparati dagli immigrati sono stati offerti alla popolazione. Sono stati inoltre offerti agli immigrati maccheroni con il sugo e prodotti tipici del territorio (formaggio, capocollo, salame, olive, ecc), nel contesto di un gemellaggio ideale tra diverse culture. Negli stand oltre la parte culinaria si è pensato anche alla cultura ed all’arte. Presenti stand con quadri, libri e volumi di pregio. A seguire danze e musiche delle nazionalità degli immigrati e musiche locali (tarantella, ecc). Una bella giornata nell’ottica della reale integrazione tra popoli che attraverso il dibattito dei vari relatori, anche ascoltando le esigenze degli immigrati, potrà essere volano di crescita e sviluppo per tutto il territorio.

Fonte testo Comune di Cosoleto.