Sequestrati 52 kg cocaina porto Gioia Tauro. Avrebbero fruttato 10 mln euro

Oltre 52 chili di cocaina purissima sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, insieme a funzionari dell’Agenzia delle Dogane – Ufficio Antifrode di Gioia Tauro, con il coordinamento della Dda, nel porto di Gioia Tauro.
Lo stupefacente è stato trovato all’interno di un container che trasportava sacchi di carbone proveniente da Asuncion (Paraguay) e destinato ad Haifa (Israele), al termine di una serie di incroci documentali e controlli, anche con apparecchiature scanner in dotazione all’Agenzia delle Dogane, su un cospicuo numero di contenitori. La cocaina, suddivisa in 49 panetti, per un totale di 52,700 kg, avrebbe fruttato, se messa in commercio, almeno 10 milioni di euro e si sarebbe potuta realizzare una striscia ininterrotta di circa 36 chilometri. Dall’inizio dell’anno i finanzieri, in sinergia con l’Agenzia delle Dogane, hanno sequestrato oltre 1.141 chilogrammi di cocaina purissima. (Ansa)